Automazione di YouTube: Guida definitiva nel 2023 (passo dopo passo)

YouTube automation

Il termine “automazione di YouTube” probabilmente non è nuovo alle tue orecchie.

È la parola d’ordine che da qualche anno riecheggia in tutte le comunità di creatori online.

L’hai visto lampeggiare nelle pubblicità e hai sentito le storie di altri creatori.

E tutti sembrano promettere la stessa cosa: una rivoluzione nella creazione di contenuti.

Certo, per molte persone è diventata una miniera d’oro, che produce entrate mentre dormono.

Per gli altri? Un fallimento che fa perdere tempo.

Ma ecco una chicca interessante:

Nel 2023, YouTube è diventata la seconda piattaforma di social media più grande del mondo, con oltre 2,5 miliardi di utenti attivi.

Solo Facebook aveva più utenti attivi di YouTube con 2,9 miliardi.

Automazione su YouTube

Il numero di utenti di YouTube nel mondo rispetto alle altre piattaforme (in milioni)

Quindi, cosa significa questo per il mondo dell’automazione di YouTube?

E soprattutto, che posto occupi in questo panorama in continua evoluzione?

Vediamo una panoramica e poi addentriamoci nell’argomento:

Benvenuto nella tua guida definitiva sui canali YouTube automatizzati, pensata per il 2023 e oltre.

Ti fornirà tutto ciò che devi sapere per avviare il tuo canale senza volto, scegliere la nicchia perfetta, monetizzare il tuo canale, creare un’attività di automazione su YouTube e, naturalmente, la domanda che tutti si pongono:

Puoi ancora guadagnare con l’automazione di YouTube?

O i giorni d’oro sono finiti?

Cos'è l'automazione di YouTube

A breve ti sveleremo la risposta (che potrebbe sorprenderti)…

Ma prima…

Cos’è l’automazione di YouTube?

In parole povere, l’automatizzazione del tuo canale si riferisce al processo di creazione e gestione di un canale YouTube in modo da richiedere un impegno manuale minimo.

Questo comporta la creazione automatica di contenuti, la programmazione e anche il coinvolgimento del pubblico.

Immagina di gestire un canale in cui non sei costantemente impegnato.

  • Non ci sono riprese giornaliere.
  • Nessuna modifica oraria.
  • Senza trucco.
  • Niente tagli di capelli.
  • Non c’è bisogno di sorridere in cam.

Si tratta invece di un canale che, una volta impostato, funziona per lo più da solo.

Questo è l’obiettivo dell’automazione di YouTube.

Sei interessato?

Ho pensato che lo fossi.

Prima di mostrarti esattamente come creare un canale YouTube redditizio, vediamo come l’automazione di YouTube ha conquistato il mondo dei video.

L’ascesa dei canali YouTube automatizzati

Quando YouTube è diventato un colosso con oltre 1 miliardo di utenti mensili registrati, distinguersi è diventato un compito erculeo.

I creatori, nel tentativo di tenere il passo con l’incessante richiesta di contenuti, hanno iniziato a rivolgersi all’automazione.

Compilazioni di storie animate, flussi di musica lo-fi e canali di curiosità, tutti basati su contenuti generati dagli utenti, esternalizzati o gestiti da software.

Non si tratta di vlog in stile Casey Neistat o di sfide in stile Mr. Beast che ti vengono in mente quando pensi a YouTube.

Ma continuano ad avere un vasto pubblico…

Attività di automazione di YouTube

Guarda le visualizzazioni di questi video senza volto 👀

La storia e l’evoluzione dell’automazione di YouTube

L’automazione di YouTube non è una novità, ma i suoi metodi si sono evoluti.

Inizialmente si trattava di programmare i post o di utilizzare strumenti per ottimizzare le descrizioni e i tag dei video.

Ma oggi, grazie ai progressi della tecnologia, è possibile generare interi video, dalla voce fuori campo alle immagini, con un contributo umano minimo.

Già nel 2015, alcuni canali hanno iniziato a sperimentare animazioni automatiche e semplici compilazioni video guidate da software.

Strumenti di intelligenza artificiale come Synthesia, Elai, Opus Clip e DeepBrain aiutano gli YouTubers a creare e automatizzare i loro contenuti.

Arrivando ai giorni nostri, abbiamo script guidati dall’intelligenza artificiale e narrazioni vocali sintetizzate che stanno lasciando il segno.

Canali di automazione di YouTube

Perché l’automazione di YouTube è così popolare?

Ci sono innumerevoli motivi per cui l’automazione di YouTube ha preso piede negli ultimi anni.

E riesci a indovinare quale potrebbe essere il motivo principale?

Proprio così: il denaro.

Le persone sono state in grado di utilizzare questi canali automatizzati per generare reddito online.

Questi possono variare da un minimo di 10-100 dollari al mese fino a 150.000 dollari al mese… Basta dare un’occhiata alle statistiche del popolare canale senza volto The Bright Side Official.

Hanno guadagnato tra i 10.000 e i 157.000 dollari per 39 milioni di visualizzazioni negli ultimi 30 giorni…

Automazione YouTube 2

Come? Ti sento chiedere.

Entrate pubblicitarie.

Questi canali ricevono un reddito passivo perché fanno parte del Programma Creatori di YouTube.

Ciò significa che guadagnano una parte degli introiti pubblicitari che YouTube ottiene dai suoi spettatori.

Attività di automazione di YouTube

Anche il nostro canale FreewaySocial guadagna costantemente circa 1.000 dollari al mese grazie alle entrate pubblicitarie.

Le entrate pubblicitarie sono l’unico modo per guadagnare con l’automazione di YouTube?

No!

I canali possono guadagnare attraverso il marketing di affiliazione, il dropshipping, le sponsorizzazioni e molto altro ancora (ne parleremo presto).

Ma il denaro non è l’unico fattore trainante: vediamo un paio di altre ragioni.

  • Scala: Con l’automazione, un singolo individuo o un piccolo team può gestire più canali, moltiplicando le fonti di guadagno.
  • Coerenza: È molto più facile automatizzare i canali e garantire la coerenza dei caricamenti quando non devi registrare tu stesso. In questo modo potrai soddisfare l’algoritmo di YouTube in modo molto più semplice.
  • Spese generali ridotte: Dopo gli investimenti iniziali, i costi di gestione possono essere molto più bassi rispetto ai canali tradizionali.

Automazione YouTube senza volto: Che cos’è?

Cosa significa “senza volto”?

Quando diciamo “senza volto”, ci riferiamo ai canali YouTube che non mostrano il volto o l’identità del creatore.

Invece, si affidano ad animazioni, filmati di repertorio, voci fuori campo o una combinazione di questi elementi per generare contenuti.

Esempi di automazione su YouTube

After Skool è un canale senza volto molto popolare con oltre 2,9 milioni di abbonati.

Popolarità e ragioni che la giustificano

I canali YouTube senza volto stanno guadagnando terreno, soprattutto tra i creatori più introversi o timidi nei confronti delle telecamere.

Inoltre, nell’immenso mare di canali incentrati sulla personalità, quelli senza volto si distinguono per il loro approccio unico basato sui contenuti.

E poiché puoi gestire più canali senza volto in nicchie diverse, è ancora più interessante.

Senza mai rivelare la propria identità, un singolo creatore può gestire un’azienda:

  • Canale di musica lo-fi
  • Canale di narrazione di storie horror,
  • Un canale di curiosità
  • E in più molti, molti altri canali

Ok. Ok. Ok.

Tutto questo sembra fantastico, vero?

Decine di migliaia di dollari ogni mese per pubblicare video online.

L'automazione di YouTube vale la pena

E non devi nemmeno mostrare il tuo volto?!

L’automazione di YouTube è troppo bella per essere vera?

Oppure ci sono davvero così tanti vantaggi nel creare un canale YouTube senza volto?

Analizziamo i benefici in modo approfondito.

I vantaggi dell’automazione di YouTube

1. La privacy

Non tutti sono a proprio agio nel diventare il volto di un canale.

Se non hai un volto, puoi mantenere un livello di privacy personale difficile da ottenere nell’era digitale.

È la soluzione perfetta per i timidi o per chi teme gli effetti collaterali della fama su internet.

2. Flessibilità

Dì addio al mal di testa da rebranding.

Vuoi passare dai contenuti di viaggio alle recensioni tecnologiche?

Con l’automazione di YouTube, il tuo pubblico non batterà ciglio.

Cambia voce fuori campo, cambia tema o cambia l’intera strategia dei contenuti, il tutto senza stravolgere l’atmosfera del canale.

3. Ampio richiamo

I canali incentrati sui contenuti catturano un vasto pubblico.

Non si tratta di chi presenta, ma di cosa viene presentato.

Un canale di trivia senza volto può avere fan da Tokyo a Toronto, tutti sintonizzati per amore della conoscenza.

4. Facilità di produzione

Elimina il nervosismo della telecamera.

Dimentica le infinite ripetizioni.

Con l’automazione di YouTube, eviti l’intero processo di ripresa.

Nessun truccatore, nessuna regolazione della luce.

Come fare l'automazione di YouTube

Solo creazione di contenuti puri.

5. Scalabilità

Gestire un solo canale è difficile.

Immagina cinque!

Con l’automazione, scalare la tua attività su YouTube diventa un sogno realizzabile.

Puoi gestire più canali in diverse nicchie, moltiplicando i flussi di entrate.

6. Produzione coerente

Mantenere un programma di caricamento costante è la chiave del successo di YouTube.

L’automazione ti garantisce di non perdere mai uno slot, con video allineati e pronti per essere lanciati, rendendo l’algoritmo di YouTube il tuo migliore amico.

7. Riduzione delle spese generali

come avviare un canale di automazione su YouTube

Non c’è bisogno di attrezzature sofisticate o di affittare uno studio.

Una volta impostati, i canali automatizzati possono funzionare a una frazione del costo delle tradizionali configurazioni di YouTube.

Più soldi in tasca!

Hai sentito abbastanza?

Vuoi sapere qual è il modo migliore per avviare il tuo Canale YouTube automatizzato?

Prendi un taccuino e una penna perché stiamo per darti l’esatta procedura passo dopo passo.

Come avviare un canale YouTube automatizzato partendo da zero

Ok, sei arrivato fino a qui.

Immagino che tu sia pronto a fare il grande passo e ad avviare il tuo canale automatizzato.

Ti spieghiamo come fare l’automazione di YouTube, passo dopo passo.

Fase 1: Necessità di attrezzature e software

Il computer

Prima di iniziare, hai bisogno di un fidato destriero: il tuo computer.

Non è necessario un supercomputer in grado di lanciare razzi, ma qualcosa di robusto.

Soprattutto se sei orientato verso l’animazione.

Il nostro consiglio? Scegli una RAM decente (16 GB sono perfetti) e un processore efficiente.

Il microfono

Hai mai ascoltato l’audio gracchiante di un video di YouTube?

Un incubo, vero?

Si esce dal video quasi all’istante.

Ecco perché investire in un microfono dall’audio chiaro può fare la differenza tra chi rimane a guardare il tuo video o chi se ne va.

Il nostro consiglio? I microfoni a condensatore USB sono economici e fantastici per i principianti.

Il software

Ricorda che ti stai immergendo nell’automazione.

Pensa a software come Vyond o InVideo come a dei fedeli assistenti, pronti ad aiutarti a creare i tuoi contenuti.

Per i doppiaggi, non puoi sbagliare con Audacity:è gratuito e sorprendentemente potente.

Fase 2: Pianificazione e strategia

Il calendario dei contenuti

Come per la pianificazione di un viaggio, sapere dove sei diretto su YouTube è prezioso.

Redigi un calendario dei contenuti, delinea gli argomenti dei tuoi contenuti e le date di pubblicazione.

Fidati, il tuo futuro ti ringrazierà per questo.

La ricerca della nicchia

Potresti essere appassionato di un argomento, ma è richiesto?

Seriamente, c’è qualcuno che ha intenzione di guardare un video sulle mucche che fanno surf?

Ok, forse lo farei.

Ma se la tua nicchia è lavorare a maglia mentre giochi a Minecraft e bevi Coca Cola Zero, forse dovresti trovare qualcos’altro.

O il tuo canale non raggiungerà mai le vette che sogni.

Un po’ di ricerca potrebbe aiutarti a modificare il tuo obiettivo o addirittura a scoprire argomenti secondari che non avevi considerato.

P.S. – TubeBuddy sarà il tuo migliore amico in questa fase.

Strumenti di automazione di YouTube

Strumento per la ricerca di parole chiave TubeBuddy

L’analisi della concorrenza

Non considerare gli altri canali come concorrenti, ma come insegnanti.

Cosa stanno facendo di buono?

Cosa potresti fare di meglio?

Tuffati e non aver paura di imparare!

Un consiglio? Social Blade è probabilmente lo strumento migliore per ricercare i tuoi concorrenti su YouTube.

Fase 3: Creazione automatica di contenuti

Strumenti di ricerca dei contenuti

Inizia utilizzando strumenti come BuzzSumo o Google Trends per identificare gli argomenti di tendenza nella tua nicchia.

Scrittura della sceneggiatura

La creazione di script coinvolgenti è la spina dorsale dell’automazione di YouTube. Il tuo obiettivo principale deve essere quello di dare priorità ai contenuti che aggiungono valore ai tuoi spettatori. Come si fa?

  • Ricerca: Inizia con una ricerca approfondita sulla nicchia. Comprendi i punti dolenti del tuo pubblico e soddisfali. Rispondere al pubblico è un’ottima risorsa per approfondire le ricerche della tua nicchia.

Idee per i canali di automazione di YouTube

Rispondi al pubblico

  • Schema: Struttura i tuoi contenuti. Un video ben organizzato tiene gli spettatori incollati e fa sì che consumino il contenuto fino alla fine.
  • Coinvolgimento: Aggiungi elementi interattivi, poni domande o introduci mini-quiz nel tuo video per aumentare il coinvolgimento degli spettatori.
  • Esternalizzare o automatizzare: Utilizza generatori di script basati sull’intelligenza artificiale o assumi scrittori freelance attraverso piattaforme come Upwork. Se scegli l’intelligenza artificiale, strumenti come Jasper o Writesonic possono aiutarti a generare contenuti.

Voce fuori campo

Se i tuoi video richiedono una narrazione vocale, prendi in considerazione piattaforme text-to-speech come Descript o iSpeech. In alternativa, puoi assumere doppiatori freelance da piattaforme come Voices.com.

Creazione di video

Strumenti come Adobe Premiere Pro, Final Cut Pro o alternative gratuite come Shotcut o DaVinci Resolve sono essenziali per mettere insieme immagini e suoni.

come guadagnare con l'automazione di YouTube

Adobe Premiere Pro è uno dei migliori software di editing video in circolazione

Se sei orientato verso i contenuti animati, software come Vyond o Toonly sono un ottimo inizio.

Filmati di repertorio

Siti web come Pexels, Pixabay e Videvo offrono filmati di alta qualità gratuiti. Questo può essere un aiuto per coloro che non possono creare immagini personalizzate.

Design delle miniature

Utilizza piattaforme di grafica come Canva, che offre modelli personalizzabili e disegni generati dall’AI.

Passo 4: Caricamento automatico

Caricamenti programmati

Il programmatore integrato di YouTube consente di caricare i contenuti in anticipo e di pubblicarli in orari specifici.

L'automazione di YouTube è legittima

Scopri come programmare i tuoi post per ottenere la massima diffusione.

Automatizzare le descrizioni

Tieni un modello per le parti standard della descrizione del tuo video. Strumenti come TubeBuddy possono aiutarti a popolare le sezioni ricorrenti della tua descrizione per ogni video.

Fase 5: Ottimizzazione automatica

Ricerca di parole chiave

Prima di caricarlo, usa piattaforme come KeywordTool.io o TubeBuddy per ricercare le parole chiave di tendenza nella tua nicchia.

Meta Tagging

Puoi inserire automaticamente i tag utilizzando la funzione di tag suggeriti di TubeBuddy. Questo assicura che il tuo video raggiunga il pubblico giusto.

Automazione YouTube passo dopo passo

Titoli e descrizioni ottimizzati SEO

Piattaforme come vidIQ forniscono informazioni sull’ottimizzazione dei titoli e delle descrizioni dei video per una migliore ricercabilità.

Aumenta il coinvolgimento

Incoraggia i like, le condivisioni e i commenti integrando nei tuoi video schermate finali automatiche e schede interattive. Questo può essere impostato come predefinito nelle impostazioni di YouTube.

A volte le persone acquistano le visualizzazioni di YouTube per aiutare a incrementare i loro video nell’algoritmo.

Analisi delle prestazioni

Utilizza la dashboard di analisi di YouTube o integrati con strumenti come SocialBlade per monitorare automaticamente le prestazioni del tuo video. Questo aiuta a modificare la strategia dei contenuti nel tempo.

Passo 6: Suggerimenti per il Growth Hacking

Coinvolgere fuori dalla piattaforma

Immagina questo: Hai preparato la torta più deliziosa (il tuo video), ma se nessuno lo sa, chi potrà assaggiarla?

La condivisione su piattaforme come Reddit o Quora può invitare persone alla tua festa.

Collabora

La comunità di YouTube è molto vasta.

Collaborare con altri può essere una situazione vantaggiosa per tutti, in quanto ti aiuta a raggiungere il loro pubblico e viceversa.

Resta aggiornato

YouTube è una bestia in continua evoluzione.

Tieni l’orecchio teso e sii pronto ad adattarti. Canali come Creator Insider sono l’ideale per questo.

Automazione di YouTube: Delegare le attività di creazione dei video

Una volta seguiti i passi sopra descritti, sarai sulla buona strada per guadagnare con l’automazione di YouTube.

Ma il nostro obiettivo principale con questa guida è quello di aiutarti:


Automatizza
Le tue attività sono automatizzate in modo da dedicare loro la minor quantità di tempo possibile.

Una volta entrato nel mondo di YouTube, ti renderai subito conto che l’automazione non è solo robot e IA.

Si tratta di una delega intelligente.

In pratica, per avere successo con i canali YouTube senza volto potresti dover delegare alcuni elementi specifici della creazione di contenuti a degli esperti.

Pensa a questo come a un passaggio di consegne di compiti di nicchia come l’editing video.

Oppure pubblicare un lavoro su Upwork per esternalizzare l’amministrazione del tuo canale.

Oppure assumere un freelance su Fiverr per creare miniature accattivanti.

Come avviare l'automazione di YouTube

Su Fiverr ci sono una serie di freelance a cui puoi affidare il tuo lavoro.

Perché?

Perché non si tratta solo di aumentare la crescita del canale.

Si tratta di dedicare al tuo canale la minor quantità di tempo possibile…

E continua a fare soldi!

Inoltre, è meglio per la tua salute mentale.

Con la richiesta di contenuti costanti, molti creatori si trovano sull’orlo dell’esaurimento.

Questo distrugge la loro scintilla creativa.

Ma il trasferimento di alcune responsabilità può far rinascere questa scintilla.

Questo apre la strada a contenuti migliori, a caricamenti costanti e a una traiettoria esponenziale del canale.

Sei pronto a provare?

Ecco i compiti principali dell’automazione di YouTube:

1. L’arte del montaggio video

Le migliori nicchie di automazione di YouTube

Editing sulla dashboard di Final Cut Pro

Al centro di ogni video di YouTube c’è il minuzioso processo di trasformazione dei filmati grezzi in clip guardabili.

Più facile a dirsi che a farsi, vero?

Ma devi ricordare che non è uno sprint.

Ogni minuto di video ben rifinito può richiedere un’ora di editing diligente.

Per i creatori che vogliono caricare video in modo costante, o anche dilettarsi con nuovi effetti di editing, automatizzare questo segmento diventa una mossa strategica.

Sebbene l’intelligenza artificiale nell’editing video abbia fatto parlare di sé, la tecnologia è ancora agli inizi quando si tratta di un vero e proprio risultato creativo.

2. Creazione di video verticali

Qui ci avventuriamo nel regno dei video verticali: il regno dei cortometraggi di YouTube, degli Instagram Reel e dei TikTok virali.

Assicurati di consultare anche la nostra Guida ai cortometraggi di YouTube su come creare e monetizzare i contenuti di breve durata su YouTube.

Successivamente, consulta la Guida ai Mulinelli di Instagram per sapere come fare lo stesso per i contenuti dei Mulinelli su Instagram.

Se vuoi automatizzare i contenuti video su un’unica piattaforma, perché non risparmiare tempo e risorse e costruire un seguito su TikTok e Instagram allo stesso tempo?

L'automazione di YouTube è reale?

Puoi utilizzare gli stessi video su Reels, TikTok e Shorts (e aumentare le possibilità di diventare virali).

Questo è il modo perfetto per riproporre i tuoi contenuti, raggiungere un pubblico più vasto e costruire una base di fan più ampia.

Soprattutto, ti offre maggiori opportunità future di monetizzare i tuoi contenuti video.

Alcune persone comprano follower di Instagram per avere un vantaggio.

3. Progettazione di miniature

La porta d’ingresso di ogni video è la sua miniatura.

Nessuno cliccherà se la porta d’ingresso non attira i suoi occhi.

Quindi la personalizzazione non è un’opzione, ma una necessità.

Tuttavia, se la grafica non è il tuo forte, creare una miniatura magnetica potrebbe sembrare come scalare l’Everest.

La soluzione? Automatizza.

Delegare questo compito a grafici o creatori di miniature specializzati.

4. Gestione dei canali

Oltre alla creazione di contenuti, c’è il dominio meticoloso della manutenzione dei canali.

Questo comprende l’intero processo di automazione di YouTube:

  • Caricamenti di video
  • Descrizione dell’imbarcazione
  • Selezione dei tag
  • Supervisione analitica
  • Interazione con il pubblico.

Con l’afflusso di contenuti, questo aspetto può trasformarsi in un lavoro a tempo pieno.

Tuttavia, tenere sotto controllo le prestazioni dei video e coltivare i legami con il pubblico non è un’attività necessaria.

Per questo motivo, la soluzione contemporanea che molti creatori adottano è quella di delegare la gestione dei canali a freelance o agenzie.

Sfruttare gli strumenti di automazione di YouTube

Un’immersione più approfondita nell’automazione di YouTube svela un tesoro di strumenti specializzati creati per potenziare le tue operazioni sui contenuti.

Prevalentemente ospitate su piattaforme cloud, molte di queste gemme prendono vita come applicazioni o come componenti aggiuntivi dei tuoi browser preferiti.

Le loro capacità abbracciano un ampio spettro: dalla generazione di miniature, alla ricerca di argomenti, fino all’importantissima programmazione dei video.

Per i canali ricchi di contenuti, questi strumenti sono indispensabili.

Considera l’enormità del compito di riadattare le miniature per una libreria di centinaia di video.

Il tocco umano nel design delle miniature è impareggiabile. La mole può essere eccessiva per gli artisti.

Per fortuna esistono delle soluzioni.

Qui presentiamo i pesi massimi dell’arena di YouTube senza volto: VidIQ e TubeBuddy.

Corso di automazione su YouTube

VidIQ

VidIQ è più di un semplice strumento.

Consideralo come il tuo concierge di analisi, SEO e marketing digitale.

Non si tratta solo di rapporti, ma di approfondimenti.

Che si tratti di analizzare lo stato di salute del tuo canale, di individuare gli argomenti di tendenza nel tuo settore o di decodificare le iniziative dei concorrenti, VidIQ se ne occupa.

Una caratteristica d’oro?

I suoi suggerimenti automatici di parole chiave assicurano che le descrizioni e i tag dei tuoi video siano in regola.

Automazione YouTube senza volto

VidIQ al lavoro

TubeBuddy

Non si tratta di un altro strumento nel capanno. È come un coltellino svizzero per gli YouTubers.

Tieni d’occhio i canali concorrenti?

Controlla.

Vuoi ottimizzare le operazioni del tuo canale?

Assolutamente sì.

Tra le caratteristiche degne di nota c’è la capacità di trasformare i tuoi contenuti in video nativi di Facebook.

Oppure il fatto che può individuare il momento migliore per la pubblicazione in base alle preferenze del tuo pubblico.

YouTube senza volto

Le migliori nicchie per l’automazione di YouTube

Bene, ora sei armato con gli strumenti e i passi necessari per iniziare l’automazione di YouTube.

Cosa succederà ora?

Devi scegliere la nicchia giusta.

La nicchia che scegli può fare la fortuna del tuo canale.

Non solo definisce lo stile dei tuoi contenuti, ma apre anche la strada al coinvolgimento del pubblico e ai potenziali guadagni.

L’importanza della selezione della nicchia

Perché la scelta di una nicchia è così fondamentale? Vediamo come funziona:

Conservazione del pubblico

Una nicchia ben definita attira gli spettatori che entrano in risonanza con i contenuti specifici.

Una volta che hai colpito nel segno, è probabile che diventino abbonati fedeli e che tornino per avere sempre di più ciò che amano.

Ad esempio, una persona appassionata di misteri irrisolti cercherà continuamente canali che approfondiscano questo settore.

Monetizzazione

Gli inserzionisti tengono molto alla specificità.

Un canale dedicato, ad esempio, alle “Storie dell’orrore animate” attirerà gli inserzionisti che vendono prodotti correlati, garantendo entrate pubblicitarie più redditizie.

Stabilire l’autorità

Quando produci costantemente contenuti di alta qualità in una nicchia, con il tempo il tuo canale diventa il punto di riferimento per eccellenza in quel settore.

Il passaparola, le condivisioni e le raccomandazioni possono portare un notevole traffico organico.

Ad esempio, Vsauce – pur non essendo un canale senza volto – è diventato l’autorità nella sua nicchia per la presentazione di concetti scientifici in modo coinvolgente.

Quali sono le migliori nicchie di automazione di YouTube?

1. Curiosità e fatti

Idee per canali YouTube senza volto

Canali come Lo sapevi? condividono curiosità e top 10 che tengono incollati gli spettatori.

L’automazione funziona a meraviglia in questo caso, perché i fatti possono essere presentati visivamente con diapositive o animazioni.

2. Storie animate

Le narrazioni animate di esperienze di vita reale, di incontri spettrali o anche di finzione prendono vita senza bisogno di una presenza sullo schermo.

Canali come Storybooth eccellono in questo campo, trasformando le storie personali in animazioni.

3. Rilassamento e meditazione

Canali come Meditative Mind hanno guadagnato un’immensa popolarità con le loro meditazioni guidate e la loro musica rilassante.

I loro loop visivi automatizzati, combinati con un audio rilassante, creano un ambiente tranquillo per la meditazione, il relax o il sonno.

4. Contenuto educativo

I video educativi animati semplificano argomenti complessi.

Considera il successo di Kurzgesagt – In a Nutshell, che approfondisce la scienza, la storia e molto altro ancora utilizzando animazioni accattivanti.

5. Crimini, misteri e casi irrisolti

Ahhh, il fascino dell’ignoto!

Canali come BuzzFeed Unsolved offrono approfondimenti su casi reali irrisolti.

Anche se il loro formato non è completamente automatizzato, la nicchia è matura per contenuti narrativi automatizzati con immagini di accompagnamento.

6. Tour virtuali

Porta il mondo sullo schermo degli spettatori.

Grazie all’abbondante disponibilità di filmati di repertorio, i canali possono trasportare virtualmente gli spettatori in luoghi ipnotici, che siano le profondità dell’Amazzonia o le rovine di antiche civiltà.

7. Trucchi di vita e bricolage

La nicchia del fai da te è sempre stata molto popolare.

I canali di automazione possono sfruttare questo aspetto utilizzando grafici e animazioni per spiegare una procedura.

Pensa a canali come 5-Minute Crafts che, pur non essendo completamente automatizzati, mostrano il potenziale della nicchia del fai da te.

E sì, hanno accumulato oltre 80 milioni di abbonati in questa nicchia.

Come realizzare video YouTube senza volto

8. Motivazione e ispirazione

I discorsi motivazionali sullo sfondo di immagini o animazioni coinvolgenti possono ispirare molti.

I canali di questo settore possono presentare discorsi famosi, storie di successo o anche contenuti di auto-aiuto, pensati per elevare e motivare lo spettatore.

Quindi, con tutte queste opzioni, come si fa a sceglierne una?

La nicchia perfetta è quella che risuona con te e che ha un pubblico desideroso di contenuti.

Con l’automazione, puoi offrire costantemente video di alta qualità, rendendo il tuo canale un punto fermo nella dieta degli spettatori di YouTube.

Approfondimenti sull’automazione di YouTube: Statistiche e possibilità di guadagno

Per determinare il reale potenziale dei canali YouTube senza volto, analizziamo alcune interessanti statistiche del 2023 sulla piattaforma YouTube.


Statista
rivela che ben 2,5 miliardi di persone a livello globale sono utenti attivi di YouTube.

Per mettere le cose in prospettiva, visto che la popolazione mondiale ha recentemente superato gli 8 miliardi, più di un quarto è appassionato di YouTube.


Le proiezioni di Oberlo
Le proiezioni di Oberlo sono ancora più sorprendenti: si prevede che la base di utenti raggiungerà i 2,9 miliardi entro il 2025.

YouTube non sta solo sopravvivendo, ma sta prosperando.

Per quanto riguarda gli Stati Uniti, il coinvolgimento giornaliero si attesta al 62%, con un incredibile 98% di visite mensili.

La forza di YouTube è innegabile.

Dal punto di vista finanziario, il fascino di YouTube per gli inserzionisti è magnetico.

I ricavi sono passati da 19,7 miliardi di dollari nel 2020 a 28,8 miliardi di dollari nel 2021.

Gli aspiranti creatori di YouTube possono sfruttare questa miniera d’oro incorporando gli annunci nei loro contenuti.

Anche se YouTube non domina l’intera scena dei social media, ne detiene una fetta consistente.

L’appassionato medio di social media dedica 19 minuti al giorno a YouTube su un consumo totale di 2 ore e 27 minuti.

Quanti soldi puoi guadagnare con l’automazione di YouTube?

Anche se la celebrità di YouTube rimane sfuggente per molti, ci sono storie di successo.

I canali che si basano sull’automazione, come BrightSide e Economics Explained, incassano milioni ogni anno.

Se ti avventuri in questo settore con una nicchia specifica, un CPM impressionante e una base di abbonati in crescita, potresti facilmente guadagnare fino a 1000 dollari al mese.

Un consiglio da insider: Ti sei mai imbattuto in un canale YouTube e ti sei chiesto quali fossero i suoi guadagni?

Lo strumento di analisi di Social Blade può darti una cifra approssimativa quando inserisci il nome del canale.

Le vie della monetizzazione con l’automazione di YouTube

Come guadagnare con l'automazione di YouTube

Opzioni di monetizzazione su YouTube

1. Entrate pubblicitarie

In prima linea, la maggior parte dei canali si appoggia al Programma Partner di YouTube, permettendo agli annunci AdSense di abbellire i loro contenuti.

Ma ricorda che ci sono dei requisiti per essere pagati su YouTube.

Per i video di lunga durata sono necessari:

  • 1.000 abbonati
  • 4.000 ore di orologio in 12 mesi.

Per i cortometraggi di YouTube, hai bisogno di:

  • 1000 abbonati
  • 10.000.000 di visualizzazioni in 90 giorni.

Hai bisogno di più abbonati?

Vuoi portare il tuo canale YouTube sotto i riflettori della monetizzazione? FreewaySocial è il posto migliore per acquistare abbonati e ore di visione autentici su YouTube, assicurandoti di soddisfare i requisiti di pagamento di YouTube.

2. Marketing di affiliazione

Inserisci promozioni di prodotti affiliati nei tuoi contenuti e aggiungi link di affiliazione alle tue descrizioni.

Piattaforme come ClickBank o CJ Affiliate possono essere il tuo punto di riferimento per le offerte di affiliazione.

3. Collaborazioni con i marchi

Incorpora contenuti sponsorizzati nei tuoi video.

Secondo Marketing Amateur, gli sponsor pagano generalmente tra i 10 e i 50 dollari per ogni 1.000 visualizzazioni del video.

4. Iscrizioni esclusive

Non tutte le entrate del tuo canale devono provenire da YouTube.

Infatti, piattaforme come Patreon possono essere utili per fornire contenuti esclusivi agli abbonati premium.

Automazione YouTube 3

La dashboard di Patreon in azione

5. Vendite di merci

Il branding non è solo per i giganti della vendita al dettaglio.

Un canale YouTube può avventurarsi nel mondo del merchandising.

Siti come Printify offrono servizi di stampa su richiesta, permettendoti di monetizzare e allo stesso tempo di migliorare la visibilità del marchio.

6. Promozioni di servizio

Se hai un servizio unico, il tuo canale YouTube può esserne il portavoce. Ad esempio, un’agenzia di viaggi potrebbe utilizzare un canale di automazione a tema viaggi come braccio di marketing.

Quanto puoi guadagnare realisticamente?

Questa è la domanda da un milione di dollari (o forse più?).

Non si tratta solo di visualizzazioni, ma anche di coinvolgimento, nicchia e persino geografia.

Una nicchia con un’alta richiesta di inserzionisti potrebbe farti guadagnare di più per visualizzazione rispetto a un argomento più generale.

Storie di successo reali:


  • Il lato positivo:
    Un esempio di automazione, questo canale ha imparato l’arte dei contenuti coinvolgenti e ne raccoglie i frutti finanziari. Premi per milioni di dollari all’anno, infatti…

  • Kurzgesagt – In breve:
    La loro miscela unica di argomenti profondi e animazioni stravaganti non solo ha fatto guadagnare loro milioni di fan, ma anche un fatturato impressionante di oltre 100.000 dollari al mese.

  • ChilledCow (ora Lofi Girl):
    Grazie all’ascolto in loop di brani audio rilassanti, hanno trovato una formula che attrae le masse, dimostrando che a volte la semplicità è la chiave. Soprattutto se ti fa guadagnare 1.200.000 dollari all’anno…

  • Valnet, Inc:
    Questo gioco di automazione non è solo per le imprese individuali. Prendi Valnet Inc. Hanno imparato l’arte dell’automazione di YouTube. Possiede canali potenti come The Richest e Screen Rant. Diversificando i canali, hanno trasformato diverse nicchie in flussi di entrate costanti, dimostrando che questo modello, se fatto bene, può cambiare le carte in tavola.

  • Animal Wised:
    Un canale che produce contenuti senza volto su tutto ciò che ha a che fare con gli animali. Oh, e i loro attuali guadagni mensili? $7,000+.

Cos'è l'automazione di YouTube 2

Il canale di Kurzgesagt: guarda che panorami…

L’investimento: Costi associati all’automazione di YouTube

I soldi parlano, ed è fondamentale sapere dove vanno a finire i tuoi quando avvii il tuo canale YouTube senza volto.

Non importa quanto guadagni su YouTube se i tuoi costi sono superiori ai tuoi guadagni.

Costi iniziali e costi correnti:

  • Costi iniziali: Come per la costruzione di una nuova casa, ci sono degli investimenti iniziali. La cifra può variare da pochi spiccioli a un mese di affitto, a seconda delle tue scelte. Scelte che influiscono su questo costo:
    • Computer
    • Microfono
    • Software
  • Costi correnti: Sono i costi che si pagano regolarmente o annualmente. È come pagare l’affitto per gli strumenti che contribuiscono al successo del tuo canale. Costi come:
    • Abbonamenti software
    • Costi dei freelance

Modi per fare budget e risparmiare:

  • Strumenti Open Source: A volte le cose migliori della vita sono gratuite. Strumenti come Blender o Shotcut non costano un centesimo eppure offrono un valore enorme.
  • Offerte all’ingrosso: Il Black Friday, il Cyber Monday o i saldi annuali possono essere occasioni in cui puoi strappare offerte eccezionali.
  • Fai da te: invece di esternalizzare tutto, puoi fare da te alcune attività? Non solo si risparmia, ma si aggiunge anche un tocco personale.

4 insidie mortali per l’automazione di YouTube: Come evitarli

Ora, abbiamo affrontato le cose che devi fare per creare un canale YouTube automatico e redditizio.

Ma che dire delle cose che devi evitare a tutti i costi?

Guardiamoli ora.

1. Il passo falso della nicchia

Iniziare con il botto nel mondo digitale, ma è qui che molti inciampano: scegliere la nicchia giusta .

Immagina YouTube come un mercato in fermento.

In questa folla, ogni minuto vengono riversate ben 500 ore di contenuti!

Non si tratta solo di scegliere uno spazio meno affollato, ma anche di zoomare su quelle zone d’oro in cui gli inserzionisti sborsano ingenti somme di denaro.

Pensa alla tecnologia, alla finanza o a qualsiasi altro settore in cui i portafogli delle persone sono molto aperti.

Non si tratta solo di evitare la forte concorrenza, ma di sbloccare il potenziale di guadagno.

2. Scommettere sul guru sbagliato

Hai sentito i sussurri di Easy YouTube Riches?

È forte la tentazione di farsi attirare da corsi che ti promettono la luna.

Alcuni corsi, come rivela il New York Times, hanno addirittura un prezzo da capogiro: 20.000 dollari!

Ma il punto è che non è tutto oro quello che luccica.

Sebbene i corsi YouTube autentici possano essere la tua strada verso il successo, è fondamentale passare al setaccio il rumore.

Prenditi il tuo tempo, approfondisci e investi con saggezza.

Il mentore che scegli può cambiare le carte in tavola.

3. Rinunciare ai talenti

Qual è il cuore del tuo canale YouTube?

Il team che realizza i tuoi contenuti.

Ma una trappola comune in cui molti cadono è quella di risparmiare quando si costruisce la squadra.

Il risultato?

Contenuti mediocri che si disperdono nell’oceano di YouTube.

Stanziare il budget con saggezza – dare priorità al talento.

I grandi contenuti non solo risuonano, ma regnano.

4. L’errore dell’uscita anticipata

Pensa alla crescita di YouTube come a una maratona, non come a uno sprint.

Sei pronto per alcune statistiche che fanno riflettere?

Di solito ci vogliono 15,5 mesi e 164 video per raggiungere i 1.000 abbonati…

Abbandona l’idea di un guadagno veloce.

Sii pronto per il lungo periodo.

Produci contenuti di qualità con costanza e l’algoritmo di YouTube non si limiterà ad annuire, ma amplificherà la tua voce.

Tuttavia, se stai cercando di accelerare i tempi per raggiungere questi traguardi cruciali, c’è una strategia: FreewaySocial.

Questi servizi ti aiutano ad assicurarti abbonati autentici e a rispettare le ore di guardia.

In questo modo non solo soddisfi i criteri di monetizzazione di YouTube, ma poni anche solide basi per una crescita organica.

Con i partner giusti, puoi prendere qualche scorciatoia per la tua maratona.

La grande domanda: L’automazione di YouTube vale la pena?

Quando si parla di automazione di YouTube, le opinioni variano, ma una cosa è chiara: il suo fascino è innegabile .

Il bello dell’automazione è la sua capacità di dare coerenza al tuo canale.

L’algoritmo di YouTube ha una certa predilezione per i canali che si aggiornano regolarmente e l’automazione ti garantisce di soddisfare questo criterio senza problemi.

D’altra parte, si risparmia tempo riducendo il lavoro manuale, il che è un enorme sollievo per molti creatori.

Ma il fascino della scalabilità comporta anche alcuni svantaggi.

Per prima cosa, i contenuti automatizzati potrebbero non avere sempre una buona risonanza su tutti gli spettatori.

C’è un certo fascino nel tocco personale di un contenuto fatto da zero che a volte manca all’automazione.

Inoltre, il passaggio all’automazione richiede un investimento iniziale, che sia in software, strumenti o persino nel processo di assunzione.

E come ogni strumento, c’è un rischio.

Una dipendenza eccessiva dall’automazione può rendere il tuo canale vulnerabile alle modifiche degli algoritmi o alle regole della piattaforma.

Un’idea sbagliata comune sull’automazione di YouTube è che si tratti di un approccio “set and forget” .

Tuttavia, anche se l’automazione fa miracoli nello snellire le attività, i canali di successo hanno sempre un supervisore diligente che si assicura che tutto fili liscio.

Vero o mito: sfatare le idee sbagliate sull’automazione di YouTube

Allora, hai sentito le voci che si susseguono: L’automazione di YouTube è legale?

Permettetemi di mettere le cose in chiaro: è così.

Se fatta nel modo giusto ed etico, rispettando le linee guida di YouTube, l’automazione è uno strumento potente per aumentare l’efficienza del tuo canale.

Ma i miti abbondano.

Alcuni sostengono che i canali automatizzati manchino di cuore e anima.

In realtà, l’automazione è solo uno strumento.

L’autenticità e la qualità dipendono ancora molto dal creatore.

Poi c’è il mito che YouTube non sia un fan dei canali automatizzati.

Ecco come funziona: YouTube ama la coerenza e il coinvolgimento.

Se sei in grado di fornire questi risultati, sia manualmente che con l’aiuto di strumenti di automazione, l’algoritmo della piattaforma sarà più che soddisfatto.

Il risultato finale?

L’automazione è uno strumento del kit del creatore di YouTube.

L’importante è come lo usi.

Domande frequenti (FAQ)

Hai ancora domande sull’automazione di YouTube?

Non preoccuparti! Abbiamo le risposte.

Abbiamo raccolto tutte le domande più frequenti che riceviamo dai nuovi creatori e abbiamo risposto qui di seguito:

Che cos’è esattamente l’automazione di YouTube?

È il processo di utilizzo di strumenti, software e strategie per ottimizzare i vari aspetti della creazione, ottimizzazione e gestione dei contenuti su YouTube.

Cos’è l’automazione senza volto di YouTube?

L’automazione di YouTube senza volto si riferisce alla creazione e alla gestione di un canale YouTube senza mostrare il volto del creatore, spesso sfruttando processi automatizzati per semplificare la creazione e la gestione dei contenuti.

Come posso creare video YouTube senza volto?

Per realizzare video senza volto, usa filmati di repertorio, animazioni, voci fuori campo o registrazioni dello schermo. Combina questi elementi con sceneggiature accattivanti e audio di qualità per ottenere contenuti efficaci.

Come posso fare l’automazione di YouTube?

Puoi farlo utilizzando diversi strumenti come software di creazione video, piattaforme di programmazione e strumenti di analisi. La pianificazione sistematica e l’automazione delle attività ripetitive possono migliorare l’efficienza.

Puoi suggerire alcune idee per i canali di automazione di YouTube?

Prendi in considerazione argomenti come liste di Top 10, guide su come fare, storie animate, contenuti in stile documentario o video compilativi.

Quanto tempo ci vuole per vedere i risultati con i canali YouTube senza volto?

Il tempo necessario per vedere i risultati varia a seconda di fattori come la nicchia, la qualità dei contenuti, la coerenza e gli sforzi promozionali. In media, potrebbero essere necessari da alcuni mesi a un anno per ottenere una trazione sostanziale. La pazienza e la perseveranza sono fondamentali.

Posso mescolare contenuti automatizzati e contenuti originali?

Sì, puoi sicuramente combinare contenuti automatizzati con contenuti originali. Anzi, può essere un modo strategico per mantenere la coerenza aggiungendo un tocco personale. È fondamentale, tuttavia, assicurarsi che entrambi i tipi mantengano una qualità e una rilevanza simili per il tuo pubblico.

C’è il rischio di essere bannati con YouTube Automation?

YouTube ha linee guida rigorose per quanto riguarda la comunità e i contenuti. Sebbene l’automazione in sé non costituisca una violazione, devi evitare pratiche come lo spam, il ricaricamento di contenuti protetti da copyright o l’utilizzo di tattiche ingannevoli. Rispettare i termini di servizio di YouTube è fondamentale per evitare i divieti.

Come scegliere gli strumenti giusti per l’automazione di YouTube?

La scelta degli strumenti giusti richiede la comprensione degli obiettivi, del budget e del tipo di contenuto. Leggere le recensioni, ottenere referenze e provare versioni gratuite o demo può aiutare a fare una scelta consapevole.

Quali sono le insidie più comuni da evitare nella YouTube Automation?

Evita contenuti generici e di bassa qualità e astieniti dal violare i diritti d’autore. È inoltre fondamentale coinvolgere regolarmente il tuo pubblico e monitorare le prestazioni del canale per adattarsi ed evolversi.

Come posso promuovere efficacemente i miei contenuti automatici su YouTube?

Una promozione efficace comprende la condivisione sui social media, la collaborazione con altri creatori, l’utilizzo della SEO per i titoli, le descrizioni e i tag dei video e l’impegno nelle comunità o nei forum specifici della nicchia. Alcune persone acquistano anche i like di YouTube per promuovere i propri contenuti.

Esiste una frequenza ideale per pubblicare contenuti automatici su YouTube?

La costanza è più importante della frequenza. Che si tratti di una volta a settimana o di tre volte a settimana, mantenere un programma regolare aiuta a costruire le aspettative e la fiducia del pubblico.

L’automazione di YouTube è reale?

Sì, è una strategia legittima che molti creatori utilizzano per ottimizzare i processi di creazione e gestione dei contenuti.

Vale la pena perseguire l’automazione di YouTube?

Se eseguita correttamente, può essere vantaggiosa, massimizzando l’efficienza e permettendo di concentrarsi sulle strategie di crescita e monetizzazione.

Come posso avviare un canale Youtube automatico?

Inizia con una ricerca di mercato, scegli una nicchia valida, investi in attrezzature e software essenziali e adotta una strategia di contenuti coerente.

Come posso monetizzare con YouTube Automation?

Le vie di monetizzazione includono annunci, marketing di affiliazione, sponsorizzazioni o vendita di prodotti e corsi. Con l’aumento degli spettatori, aumentano anche le opportunità di guadagno.

Come funziona un’attività di YouTube Automation?

Un’attività di automazione di YouTube sfrutta strumenti e software per creare, gestire e ottimizzare i contenuti, con l’obiettivo di aumentare le visualizzazioni e le opportunità di monetizzazione.

Pensieri finali sull’automazione di YouTube

Navigare nel mondo dell’automazione di YouTube può sembrare di essere un topo bloccato in un labirinto.

Ma come abbiamo spiegato insieme, questa impresa può essere una miniera d’oro lucrativa se affrontata nel modo giusto.

Abbiamo approfondito il suo valore, delineato i passi da seguire per lanciare un canale automatizzato, evidenziato i potenziali vantaggi e messo in guardia dalle insidie più comuni.

È arrivato il momento di fare il salto di qualità e iniziare a creare la tua attività di automazione su YouTube.

P.S. Sei pronto a dare il via al tuo successo su YouTube?

Non aspettare che l’algoritmo si accorga di te.

Accelera il tuo percorso di monetizzazione assicurandoti abbonati autentici e ore di visione.

Non si tratta solo di raggiungere le soglie più velocemente, ma di stabilire una presenza potente fin dal primo giorno.

Inizia il tuo viaggio nell’automazione di YouTube con un vantaggio oggi stesso!

Ora vorrei sentire il tuo parere:

In quale nicchia vorresti avviare un canale di automazione su YouTube?

O forse mi sono perso qualcosa.

In ogni caso, fammi sapere lasciando un commento qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello
Torna in alto